Festival Gospel Roma 2016-2017: date, orari e biglietti Auditorium Parco della Musica

Mount Unity Gospel Choir protagonista del Festival Gospel Roma

Con il periodo natalizio arrivano in tutta Italia eventi e manifestazioni legate alla musicalità di queste festività. A partire dal prossimo 22 dicembre, nella capitale, arriva l’attesissimo Festival Gospel Roma: una serie di concerti con protagonisti i cori Gospel. Questi gli eventi che faranno parte di questa edizione.

Festival Gospel Roma: il Parco della Musica diventa protagonista dei cori Gospel

Con il termine Gospel ci si riferisce a un genere musicale legato alla musica religiosa che si diffuse nelle chiese afroamericane cristiane-metodiste nel corso del secolo scorso. Il genere musicale trae le sue origini dagli eventi di alcuni predicatori che invitavano i fedeli al canto spontaneo della propria fede.

Molto spesso il genere gospel – in inglese significa parola di Dio – è protagonista delle festività natalizie. I motivi sono da ricercarsi nella giocosità delle voci dei cori e nelle parole delle canzoni, che hanno come protagonisti, nella maggior parte dei casi, storie e parole ispirati alla Bibbia e soprattutto al libro dei Salmi.

A partire dal 22 dicembre e fino al primo gennaio, il gospel sarà protagonista del Festival Gospel Roma, 6 concerti a temi natalizi eseguiti dai migliori cori gospel del mondo. L’evento, scandito da un calendario con più date, si terrà presso L’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Si inizia il 22 dicembre con The Mount Unity Choir di Earl Bynum. Il coro, che viene direttamente dalla Virginia, eseguirà i suoi brani con l’influenza del gospel tradizionale, quello contemporaneo il tutto condito da una contaminazione vicina al Jazz. Il concerto sarà replicato il 23.

Gli altri eventi in programmazione al festival e prezzi dei biglietti

I giorni 25, 26 e 27 dicembre vedranno esibirsi sul palco l’Harlem Gospel Choir, il coro più famoso d’America che giungerà in Italia direttamente dal quartiere di Harlem dell’affascinante New York. Il coro si pone come obiettivo quello di raccontare – attraverso le proprie canzoni – la cultura degli afroamericani. Un coro in cui il pubblico è caldamente invitato a partecipare.

Il 28, 29 e 30 dicembre, invece, sarà la volta del Joyful Gospel singers. Originario di New Orleans – patria del genere musicale – questo coro esegue la propria musica rispettando i canoni tradizionali del genere. Nelle proprie note è possibile – tuttavia – scorgere influenze del soul e dell’RnB.

Chiuderà la Kermesse canora il James Hall & Warship and Praise. Le loro voci riempiranno la sala dell’Auditorium nelle serate del 31 dicembre e 1 gennaio. Il coro eseguirà arrangiamenti che spaziano tra il Jazz e la musica classica grazie alla poliedricità di James Hall, alla guida del coro.

Aperte già le prevendite dei biglietti. Sul sito ufficiale, infatti, è possibile accedere alla sezione TicketOne presso cui effettuare l’acquisto online. I prezzi dei biglietti variano dai 25 ai 50 euro in base all’evento scelto e alla serata in cui si vorrà assistere allo spettacolo.